IL LIBERTY

e la rivoluzione europea delle arti

Alle Scuderie e nel Museo del Castello di Miramare la grande mostra IL LIBERTY e la rivoluzione europea delle arti. Dal Museo di arti decorative di Praga, per la prima volta in Italia, una selezione di 200 opere illustra i gusti della Belle Époque, ultimo degli stili universali in Occidente che, a cavallo tra il XIX e il XX secolo, porta l’arte nella vita e la vita nell’arte influenzando ogni forma creativa anche nella quotidianità. Tra i capolavori di Alphonse Mucha in mostra a Trieste, anche 7 metri di decorazione del padiglione della Bosnia-Erzegovina per l’Esposizione Universale di Parigi del 1900.

 

dal 23 giugno al Castello di Miramare di Trieste

Approfondisci...

CANOVA, HAYEZ, CICOGNARA

Le Ultime glorie di Venezia

Nell’anno delle celebrazioni per il bicentenario dell’apertura delle Gallerie dell'Accademia di Venezia la mostra rievoca una stagione di rilancionel quale Venezia sembrò ritrovare l’antica gloria e arrestare l’inevitabile tramonto dopo la caduta della Serenissima. Il regista indiscusso di questa felice congiuntura fu il conte Leopoldo Cicognara, intellettuale e presidente dell’Accademia di Belle Arti, che insieme all’amico Antonio Canova, nume tutelare di questo progetto, e a Francesco Hayez, lavorò per dare vita ad un museo di rilievo internazionale.

 
dal 29 settembre alle Gallerie dell'Accademia di Venezia

Approfondisci...

Fondazione Giorgio Cini

Visite Guidate

chiostro-palladio-piccolo

Un itinerario alla scoperta della Fondazione Giorgio Cini, prestigiosa istituzione culturale situata sull'Isola di San Giorgio Maggiore: una piccola isola, posizionata nel cuore del bacino di San Marco.

In questo luogo suggestivo è possibile passeggiare nei cortili rinascimentali del Buora e del Palladio, ammirare la monumentalità del barocco ideato da Longhena ed esplorare le monumentali biblioteche custodi del sapere.

 

Approfondisci...

 

WERNER BISCHOF

FOTOGRAFIE 1934-1954

Alla Casa dei Tre Oci una grande antologica dedicata a Werner Bischof, uno dei più importanti fotografi del Novecento. Oltre 250 fotografie, in larga parte vintage, consentiranno di ripercorrere i lunghi viaggi che portarono l’artista svizzero negli angoli più remoti del mondo, dall’India al Giappone, dalla Corea all’Indocina fino ad arrivare a Panama, in Cile ed in Perù. Per la prima volta, sarà esposta una selezione di 20 fotografie in bianco e nero inedite che hanno nell’Italia il suo soggetto privilegiato. In essa si coglie l’originalità dello scatto che rivela l’occhio ‘neorealista’ di Werner Bischof.
 

dal 22 settembre alla Casa dei Tre Oci di Venezia

Approfondisci....





Powered by 42bit srl