2011

Arrivano ora due donne di vita alla Ca’ d’Oro.

La casa è sontuosa; voluta, arredata, abitata da un ricco capriccioso.

Palazzo Cavalli Franchetti a Venezia ospita, dal 19 febbraio al 22 maggio, la prima mostra realizzata in Italia dedicata a Lino Tagliapietra, l'artista veneziano più noto e apprezzato nel mondo per la sua creatività e l'eccezionale qualità delle sue opere in vetro, autore di forme soffiate di straordinaria eleganza, realizzate con tecniche decorative sviluppate sulla base della tradizione veneziana, dagli effetti assolutamente moderni.

Torna Tancredi, forse il più eclettico e straordinario pittore italiano degli anni cinquanta e sessanta, con una vita e una vicenda professionale unica, che già all’ epoca lo contraddistinsero come il genio e l’enfant prodige della nuova pittura italiana.

Mercoledì 20 aprile 2011 alle ore 18.00, a conclusione di un lungo e complesso restauro, nella cornice straordinaria delle sale di Palazzo Grimani a Venezia, viene inaugurata la mostra Veronese. Le Storie di Ester rivelate. L'esposizione propone al pubblico, presentati eccezionalmente ad altezza d'uomo, i tre capolavori di Paolo Veronese provenienti dal soffitto di San Sebastiano, chiesa monumento dell'opera di Paolo Veronese. Le tele raffigurano il Ripudio di Vasti, Ester incoronata da Assuero e il Trionfo di Mardocheo, scene veterotestamentarie tratte dal Libro di Ester. Il restauro delle tele, protrattosi dal novembre 2008 al gennaio 2010 e diretto da Giulio Manieri Elia, ha restituito a questi straordinari dipinti la loro eccezionale qualità cromatica, luministica e compositiva. La mostra dunque è un'occasione irripetibile e imperdibile per vedere da vicino le tele che, a conclusione dell'esposizione, torneranno definitivamente nella loro sede originaria, sul soffitto della chiesa di San Sebastiano, a circa dodici metri di altezza. L'intervento di restauro è stato possibile grazie alla generosità di Save Venice Inc.

Nell’anno 2011 l’Italia unita compie 150 anni.

Anche in Svezia, l’Istituto italiano di cultura di Stoccolma (ufficio culturale dell’Ambasciata d’Italia) ha predisposto un programma speciale di eventi culturali e artistici in occasione di questa ricorrenza e ha deciso di scegliere Venezia come grande tema del programma, in quanto simbolo per eccellenza del patrimonio di arte e di cultura dell’Italia che vive nell’immaginario collettivo internazionale quale scenario in cui si coniugano bellezze della natura e splendore di una tradizione artistica millenaria.

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino e la Fondazione Victoria - The Art of being Contemporary di Mosca presentano a Venezia, durante la 54. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, Modernikon. Arte contemporanea dalla Russia, a cura di Francesco Bonami e Irene Calderoni.

Mostra di arazzi e tappeti antichi e contemporanei a cura di Adam Lowe e Jerry Brotton, prodotta e organizzata dalla Fondazione Giorgio Cini con l'atelier Factum Arte di Madrid.

La mostra intende unire il grande interesse di Vittorio Cini per l'arazzo con l'arte contemporanea e con la rinnovata abilità degli artisti di utilizzare questo mezzo per raccontare storie della realtà in cui viviamo.

La prestigiosa collezione Koelliker di Gino De Dominicis approda al Padiglione Italia alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte quale iniziativa speciale a Venezia per i 150 anni dell’Unità d’Italia, con la mostra Teoremi figurativi curata da Vittorio Sgarbi, grazie al sostegno del MiBAC e della Soprintendenza veneziana.

Preziosi originali, scelti tra il materiale prodotto a fine Ottocento dall’editore Ferdinando Ongania per la sua monumentale impresa La Basilica di San Marco in Venezia, sono esposti nel Museo di San Marco in una mostra dedicata al geniale veneziano, erede della tradizione di Aldo Manuzio, nel centenario dalla sua morte. Una straordinaria galleria di immagini che pone in dialogo l’opera editoriale e artistica di Ongania, voluta per documentare lo stato del monumento e salvaguardarlo, il percorso del Museo e la Basilica di oggi.

Le Arti di Piranesi

Dal 28 agosto al 21 novembre 2010 il Centro espositivo "Le Sale del Convitto" dell'Isola di San Giorgio Maggiore ospita Le Arti di Piranesi. Architetto, incisore, antiquario, vedutista, designer mostra ideata da Michele De Lucchi e prodotta dalla Fondazione Giorgio Cini e da Factum Arte.

Le opere esposte appartengono al patrimonio artistico della Fondazione Virginio Bruni Tedeschi. Le fotografie selezionate – scattate tra il 1985 e il 2005 – sono state presentate per la prima volta al pubblico all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi dal 27 settembre al 24 ottobre 2008. Si tratta di fotografie in bianco e nero e di polaroid SX70. Le immagini rivelano un universo nel quale si articolano viaggio e quotidianità, libertà e solitudine.

Victoria Samuel Udondian e Tamlyn Young, le due artiste selezionate per la quarta edizione di Art Enclosures 2011 – Confini d’arte Residenze per artisti internazionali a Venezia, il 24 ottobre prossimo alle ore 18.00, presso la Casa dei Tre Oci alla Giudecca, inaugureranno la loro mostra con opere site-specific prodotte durante la loro residenza veneziana. Saranno presenti Marino Folin, Simon Njami e Mara Ambrožic.

A Vicenza, a Palazzo Leoni Montanari, 85 importanti opere dell’Avanguardia russa giungono per la prima volta in Italia dai musei regionali russi, in un emozionante dialogo con la collezione di icone di Intesa Sanpaolo.


facebook-logotwitter civita tre veneziesocial-civita 06



Powered by 42bit srl